• Droneria Emiliana

Nuove ATZ, Reggio Emilia

Aggiornato il: mar 31

www.droneriaemiliana.com

Il regolamento ENAC per I droni è cambiato il 1 Luglio, stiamo scrivendo ai nostri clienti per informarli sulle modifiche che possono interessare futuri lavori in ambito locale. Una delle modifiche più interessanti è sicuramente quella relativa alla forma delle ATZ, ovvero dell'area che sta a protezione di ogni aeroporto e per volare dentro la quale serve un'autorizzazione speciale. Tale autorizzazione in alcuni case richiede fino a 45 giorni per essere rilasciata: è dunque bene programmare per tempo le cose o si corre il rischio di non poter volare. Nella prima immagine potete vedere la vecchia ATZ di Reggio Emilia così com'era prima del 1 Luglio: ovvero un cerchio di 3 miglia nautiche ( 5.5 km) con centro nell'ARP dell'aeroporto (centro pista).

Cliccando sulle mappe potrete scaricare il file KMZ che aperto in Google Earth vi darà modo di zoomare nella mappa.



Tutto il centro storico è incluso nell'area in cui è necessario chiedere autorizzazione ad ENAC. Nella seconda immagine invece ecco come dovremo regolarci ora.


Il rettangolo più piccolo rosso è l'area dove nulla cambia, ovvero per volare col drone dovremo sempre richiedere autorizzazione ad ENAC, che ufficialmente si prende 40 giorni di tempo per rilasciarla (spesso con meno si riesce).

Il rettangolo arancione è invece un'area dove il volo col drone è permesso senza richiedere autorizzazione ma con un limite di quota di 25 m.

Anche nel rettangolo giallo infine si può volare senza autorizzazione ma con un limite di quota di 45 m.

Le cose quindi si semplificano un po', almeno a Reggio Emilia, ma ricordatevi che queste norme valgono per i piloti riconosciuti con attestato CRO. Far volare un pilota in regola è una garanzia sopratutto per il cliente.

Le carte che abbiamo pubblicato non sono ufficiali in quanto ENAC non ha fornito ancora una cartografia ufficiale ma solo le caratteristiche e le dimensioni delle nuove ATZ. Nel post precedente potete vedere come abbiamo generato la mappa.

Col nuovo regolamento sembrerebbe inoltre (uso il condizionale perché ENAC su questo non si è ancora espressa chiaramente) che la quota massima in qualsiasi situazione non debba mai superare 120 m, contro gli attuali 150 m.

In fase di progettazione di un lavoro per qualsiasi dubbio non esitate a contattarci per chiarimenti e per avere una analisi accurata dei permessi che possono essere necessari.



75 visualizzazioni
  • LinkedIn
  • Instagram
  • Facebook
  • Vimeo
 Via Canossa 42 | Vezzano sul Crostolo |42030 |RE | droneriaemiliana@gmail.com | cell. 3396557443 |