• Instagram Social Icon
  • Facebook Social Icon
  • Vimeo Social Icon
 Via Canossa 42,, Vezzano sul Crostolo, 42030 RE, droneriaemiliana@gmail.com cell. 3396557443 

COME LAVORIAMO

L'operatore riconosciuto ENAC bene educato.

L'operatore ben educato è un operatore che conosce il regolamento ENAC, che lo rispetta e che mette la sicurezza al primo posto.

Come "DRONERIA EMILIANA" ci teniamo ad operare in sicurezza e nei limiti del regolamento ENAC.

Sarebbe bello poter semplicemente prendere un drone e volare dappertutto ma sfortunatamente questo non è possibile. Il cielo è uno spazio condiviso che necessita di regole ben precise perchè tutti possano utilizzarlo nel modo più sicuro possibile.

"DRONERIA EMILIANA" si impegna a svolgere quella che da regolamento è definita "Analisi del Rischio" per valutare l'area in cui volete svolgere  le “operazioni specializzate”, a classificarla (Scenario Critico o Scenario non critico) e a determinarne le limitazioni necessarie allo svolgimento in sicurezza.

 

Operazioni specializzate non critiche

Non prevedono il sorvolo, anche in caso di avarie e malfunzionamenti, di aree congestionate, assembramenti di persone, agglomerati urbani, infrastrutture sensibili.

Limitazioni Operative:

  • distanza massima orizzontale 500m

  • altezza massima 150m

  • nessuna limitazione di velocità

  • l'area delle operazioni sarà un cilindro di raggio 500m e di altezza 150m.

Operazioni Critiche

Tutte le operazioni che non rispettino, anche parzialmente, la definizione di “Operazione non critica”

Lo scenario operativo per la classe di peso dei nostri mezzi è definita da ENAC "S2".

  • Altezza massima di volo 50m

  • Distanza massima dal pilota 100m

  • Velocità massima 5 m/s

  • Velocità massima del vento al momento delle operazioni 3 m/s

Il mezzo deve sempre essere pilotato in VLOS (Visual line of sight)

La distanza, sia orizzontale che verticale, tra il mezzo e il pilota remoto deve essere tale che quest'ultimo sia in grado di mantenere il contatto visivo continuativo con il mezzo aereo, senza aiuto di strumenti per aumentare la vista, consentendogli un controllo diretto del mezzo per gestire il volo, mantenere le separazioni ed evitare collisioni

In caso di operazioni da svolgersi in area molto ristretta sarà possibile utilizzare un cavo di ritenzione che limiterà l'area di buffer a soli 5 m invece dei 25 m previsti per gli scenari senza cavo.

L'area impegnata dalle operazioni sarà dunque un cilindro pari alla lunghezza del cavo utilizzato + 5m e all'altezza pari alla lunghezza del cavo utilizzato.

 
 

L'area impegnata dalle operazioni sarà un cilindro di raggio 125m e con altezza di 50m. L'area utile di lavoro delle operazioni sarà invece un cilindro di 100m con altezza 50m. L'area di buffer non è intesa come area delle operazioni ma rappresenta l'area  sgombra in cui in caso di malfunzionamento il pilota può procedere alla terminazione del volo o ad un atterraggio di emergenza.

Ti portiamo ad esempio un lavoro svolto a Milano presso la “Fondazione Giangiacomo Feltrinelli” dove siamo riusciti ad ottenere da ENAC ed ENAV i permessi necessari per volare all'interno dell'ATZ di Milano Linate, e dalla prefettura i permessi per volare all'interno della zona regolamentata R9. Svolgere operazioni in zone come queste richiede competenze e tempo per la stesura dei permessi, ma è di sicuro l'unico modo per operare nella legalità senza correre rischi. Facciamo notare che proprio in questa occasione abbiamo subito un controllo da parte delle forze dell'ordine.

Il risultato delle operazioni non è stato niente male...

Per maggiori informazioni sulla sicurezza e sulle procedure visita il nostro Blog

Oltre alle limitazioni di cui sopra bisogna sempre ricordare che come dice l'Art. 10 Comma 7  "Il sorvolo di assembramenti di persone, per cortei, manifestazioni sportive o inerenti forme di spettacolo o comunque di aree dove si verifichino concentrazioni inusuali di persone è in ogni caso proibito.".

 

"DRONERIA EMILIANA" si occupa di tutti i permessi necessari per effettuare le vostre riprese MA NON CHIEDETECI DI VIOLARE IL REGOLAMENTO. 

Affidarsi ad un operatore in regola è una garanzia anche per voi.

Se vuoi visionare il regolamento ENAC puoi scaricarlo qui 

L'esperienza maturata sul campo ci ha permesso di operare non solo in zone critiche ma anche all'interno di ATZ e di aree regolamentate.